La città Nuova di Salvatore Varriale

13258753_salvatore-varriale-cara-rosetta-ora-di-dire-basta-0

Napoli, Neapolis, Città Nuova, splendida custode di un passato glorioso, ricca di paesaggi incantevoli e di gente operosa, seppur con molteplici contraddizioni e tante incoerenze, problemi atavici, che in momenti storici come quelli che stiamo vivendo, diventano ferite ancora più profonde e dolorose.

Spesso, mi è capitato di confrontarmi con amici e colleghi su argomenti economici, politici, su temi legati alla sanità, ai trasporti, alle politiche sociali e su altro ancora. Da tali incontri è sempre emerso con forza e intensità un sentire comune, che consiste nella diffusa e sentita preoccupazione per il futuro, per i nostri figli -io ne ho due- e per la nostra città.

Tuttavia, in un momento come quello attuale, in cui il tasso di credibilità dei partiti e delle istituzioni è ai minimi storici ed i tradizionali luoghi d’incontro, quali le sedi dei partiti, delle associazioni laiche e/o cattoliche; luoghi dove, in passato, ci si incontrava, ci si confrontava e, magari, si litigava pure! (in maniera costruttiva, ovviamente); luoghi, dove si sono formate e sviluppate importanti classi dirigenti, che, invece, di proliferare si sono diradati e quasi essiccati, venendo soppiantati, quasi del tutto, dai social network e dai blog internet.

Ciò, oltre a determinare un sostanziale impoverimento del dibattito e del confronto dialettico, ha prodotto di fatto una notevole riduzione delle occasioni di incontro fisico, fatto di parole, di competenze, di carisma, di leadership, che sono elementi necessari per sviluppare personalità, riflessioni ed iniziative di comune e rilevante impegno civico, inducendo, altresì, tanti giovani, a considerare il “virtuale”, come strumento quasi esclusivo di comunicazione, di conversazione e di confronto!

E’ per questo, che ho condiviso con l’amico Umberto Zito, e con alcuni di voi l’idea della nascita della nostra Associazione “INSIEME CI SIAMO” di cui io ho accettato di essere Vicepresidente pro tempore, in attesa che, un gruppo di giovani, che abbia voglia, capacità, determinazione e soprattutto entusiasmo ne possa assumere la guida.

Credo nei giovani, e credo che insieme si possa cercare di costruire una “Città Nuova” .

Ognuno deve fare la sua parte. Io sono pronto!

Cordialmente ad Maiora a tutti Voi.

Salvatore Varriale