Pasta alla Nerano di Umberto Zito

Spaghetti-alla-Nerano1

Pasta  alla Nerano

La ricetta  nasce in una delle riserve naturali più belle della nostra regione: Punta Campanella. La ormai famosa “pasta alla Nerano” prende il nome da un piccolo e delizioso borgo di pescatori della costiera sorrentina.

Gli ingredienti

Spaghetti , Zucchine, Provolone del Monaco, Parmigiano, Burro, Olio, Aglio, Basilico, Sale, Pepe

Il segreto  sta nella cottura delle zucchine, che devono essere dorate ma al tempo stesso morbide.

Per ottenere la giusta cremosità del condimento, dovremo conservare un po’ d’acqua di cottura da aggiungere quando faremo mantecare tutti gli ingredienti in padella per qualche minuto.

                                                                     Preparazione

Il modo miglior per avere una cottura omogenea delle zucchine è quello di tagliarle a rondelle sottili e friggerle, a fuoco medio, in abbondante olio. Appena si saranno dorate, disporle su un vassoio ricoperto di carta assorbente e lasciarle risposare e asciugare.

Nel frattempo, mettiamo a bollire l’acqua per cuocere la pasta. A seconda dei gusti, noi consigliamo di scegliere tra spaghetti, linguine o penne rigate.

Colare la pasta 3-4 minuti prima rispetto al tempo di cottura previsto, in modo da continuare la cottura in una padella insieme alle zucchine, abbondante parmigiano grattugiato e una noce di burro, ricordando di lasciare da parte un paio di mestoli di acqua di cottura.

A questo punto, poco a poco, aggiungiamo il provolone del Monaco e un po’ d’acqua di cottura q.b., fino a raggiungere la densità desiderata. Quando le zucchine avvolgeranno la pasta e il formaggio filerà al punto giusto, la pasta sarà pronta per essere servita.

Un consiglio

Aggiungere qualche fogliolina di basilico e una spolverata di pepe.  Il contrasto del gusto fresco del basilico e della nota piccante del pepe, esalterà il sapore delle zucchine.

Buon appetito!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*